Temi ambientali
Arpae in regione
Arpae Emilia-Romagna
Ti trovi in : Arpae /

Bologna, incidente in autostrada: ulteriori controlli di Arpae

Aggiornamento con gli ulteriori controlli per verificare la qualità dell’aria. Al momento, nessuna anomalia riscontrata.

(08/08/18) 

In merito all’incidente avvenuto a Bologna lunedì 6 agosto 2018, sul raccordo autostradale A1- A14 nel quartiere Borgo Panigale, Arpae è stata attivata dai Vigili del Fuoco per effettuare verifiche sulla qualità dell´aria.

Grazie alle informazioni fornite dal Servizio IdroMeteoClima di Arpae e dai Vigili del Fuoco sulla direzione prevalente del vento, risultante proveniente da nord-est con modesta intensità, i tecnici di Arpae hanno effettuato tra le ore 17 e le 18 una serie di misure puntuali dello stato di qualità dell´aria sia nell´area prossima al cavalcavia lungo tutta via Caduti d´Amola (in particolare in prossimità dei civici n. 11, 12, 14 e 20), sia in area residenziale in Via de Sanctis (in corrispondenza dei civici 1, 3 e 5). 

I parametri rilevati sono stati l´Ossido di Carbonio e le Sostanze Organiche Volatili: tutti i valori misurati sono risultati inferiori al limite di rilevabilità degli strumenti.

In data 7 agosto l´Agenzia ha svolto ulteriori approfondimenti sulla base di un Piano di monitoraggio specifico definito e condiviso con il Dipartimento di Sanità Pubblica per la situazione di emergenza in corso.

Il Piano ha previsto la ripetizione delle misure puntuali di Ossido di Carbonio e Sostanze Organiche Volatili negli stessi punti monitorati il giorno precedente e anche lungo la Via Panigale e nelle aree a nord prossime al tratto autostradale interessato (Via Pagno di Lapo Partigiani e Via Elio Bragaglia). Le misure del giorno 7 hanno confermato che le concentrazioni di tali sostanze in aria non risultano rilevabili.

Sono stati inoltre effettuati campionamenti in aria di Ossidi di Azoto e Ossidi di Zolfo in Via Caduti di Amola e in Via Bragaglia che hanno fornito concentrazioni paragonabili al fondo urbano (< 0,01 ppm). 

Sono in corso anche campionamenti di terreno nelle aree verdi pubbliche sottovento e prossime al tratto autostradale per la ricerca delle diossine.

Un ulteriore controllo svolto da Arpae ha riguardato l’analisi dei dati di Ossidi di Azoto e di PM10, rilevati in continuo nei giorni 6 e 7 agosto, dalla stazione di fondo suburbano della rete di monitoraggio della qualità dell’aria posizionata in Via Chiarini, a circa 1700 m a sud - est rispetto al sito dell’incidente (comunque posizionata sottovento rispetto al luogo dell’incidente). I dati rilevati nel periodo orario corrispondente all’evento (dalle ore 14 alle 18) per gli Ossidi di Azoto non hanno evidenziato anomalie (vedi GRAFICO dell´andamento degli Ossidi di Azoto). Anche i dati giornalieri di PM10 non mostrano anomalie rispetto al giorno precedente (vedi la TABELLA del PM10).

Infine, in data odierna, saranno installati anche campionatori ad alto volume per il monitoraggio dell’aria finalizzato all’analisi delle diossine e degli IPA (Idrocarburi Policiclici Aromatici). I risultati dei campionamenti saranno pubblicati appena saranno disponibili.

Notizie correlate

Bologna. Incidente, esplosione e rogo in autostrada (notizia Arpae del 6 agosto 2018)



Versione stampabileVersione stampabile