Temi ambientali
Arpae in regione
Arpae Emilia-Romagna
Ti trovi in : Arpae /

La straordinaria biodiversitą del mare e delle zone umide

Due eventi il 26 gennaio e il 23 febbraio per la promozione e la comunicazione turistica presso la Struttura Oceanografica Daphne con APT e Unioncamere

(24/01/18) 

Due eventi formativi dedicati alla conoscenza delle enormi risorse ambientali costiere, alla straordinaria biodiversità del mare Adriatico e delle sue zone umide circostanti, dagli organismi marini all’avifauna, informazioni potenzialmente utili alla pianificazione di nuove offerte turistiche e alla gestione della comunicazione di tematiche “delicate”. Organizzati da Unioncamere Emilia Romagna e Apt Servizi, in collaborazione con il Centro di Ricerche Marine di Cesenatico e ARPAE Struttura Oceanografica Daphne, i due eventi formativi si terranno il 26 gennaio e il 23 febbraio prossimi nella Sala Convegni del Centro Ricerche Marine di Cesenatico. Tra i relatori di questi eventi di formazione rivolti alle associazioni di categoria, agli operatori turistici e agli amministratori della riviera, il Presidente del Centro Ricerche Marine, il biologo Attilio Rinaldi e la Responsabile di Arpae Struttura Oceanografica Daphne, la biologa Carla Rita Ferrari.

L’Adriatico è un paradiso di biodiversità. E’ uno dei mari più pescosi del mondo, e un’enorme risorsa per l’economia del turismo, attività che da Comacchio a Cattolica offre centinaia di migliaia di posti di lavoro in questo settore e che registra un indotto miliardario. Più in generale, il turismo balneare e l’ambiente marino sono fortemente connessi attraverso una stretta relazione dell’intera gamma delle attività produttive e delle componenti sociali e culturali che insistono in questa area territoriale. Non solo: la formazione sui temi ambientali rivolta agli amministratori pubblici, agli operatori privati, alle categorie, alle associazioni e ai cittadini più in generale, è oggi indispensabile per l’acquisizione degli elementi conoscitivi legati all’identità reale dell’ambiente marino e delle zone umide costiere (elementi che presentano una enorme biodiversità, sconosciuta ai più). Inoltre, una migliore conoscenza dell’ambiente marino può permettere agli operatori, pubblici e privati, di impostare nuove tipologie di promozione e comunicazione del turismo regionale.

 

Dott. Carla Rita Ferrari
Responsabile
ARPAE Struttura Oceanografica Daphne

 

 

 

 

 



Versione stampabileVersione stampabile