Temi ambientali
Arpae in regione
Arpae Emilia-Romagna
Ti trovi in : Arpae /

Relazione sui rischi dei cambiamenti climatici dell´Agenzia Europea dell´Ambiente

La riduzione degli impatti di eventi atmosferici e climatici pericolosi e l’adattamento ai cambiamenti climatici priorità assolute dell’Unione europea 

(20/10/17) 

AlluvioneL’Agenzia Europea dell´Ambiente ha pubblicato la relazione "Climate change adaptation and disaster risk reduction in Europe - enhancing coherence of the knowledge base, policies and practices" ("Adattamento ai cambiamenti climatici e riduzione del rischio di catastrofi in Europa - rafforzare la coerenza della base di conoscenze, delle politiche e delle prassi").

Secondo la relazione, la riduzione degli impatti di eventi atmosferici e climatici pericolosi e, di pari passo, l’adattamento ai cambiamenti climatici sono ormai priorità assolute dell’Unione europea.

Alla luce dei recenti, devastanti eventi atmosferici estremi che hanno colpito l’Europa e altre aree del mondo è di primaria importanza rafforzare il collegamento tra gli esperti dell’adattamento ai cambiamenti climatici e gli esperti di riduzione del rischio di catastrofi.

Elementi cruciali per ridurre gli impatti di rischi atmosferici e climatici quali alluvioni, ondate di calore, incendi boschivi e mareggiate, sono una stretta cooperazione, che comprenda un migliore allineamento delle politiche, e una maggiore coerenza degli interventi con utilizzo di metodi innovativi.

Le perdite economiche complessive documentate generate da eventi atmosferici e climatici estremi nei 33 Stati membri dell’AEA nel periodo 1980-2016 hanno superato i 450 miliardi di euro. La quota maggiore delle ripercussioni economiche è stata causata dalle inondazioni (circa il 40 %), seguite dalle tempeste (25 %), dalla siccità (circa il 10 %) e dalle ondate di calore (circa il 5 %).

Politiche di pianificazione del territorio e di prevenzione del rischio, nonché misure tecniche come la costruzione di argini, modelli assicurativi e finanziamenti a lungo termine e soluzioni di tipo naturalistico possono essere molto efficaci, convenienti sotto il profilo dei costi e fonte di molteplici benefici: dalla realizzazione di spazi di espansione per ridurre gli straripamenti dei fiumi, a progetti agroforestali per ridurre l’erosione dei suoli, alla realizzazione di parchi e corpi idrici che rinfreschino le città in estate e raccolgano le acque di deflusso in occasione di intense piogge.



Versione stampabileVersione stampabile