Temi ambientali
Arpae in regione
Arpa Emilia-Romagna
Ti trovi in : Arpae /

La valutazione del rischio amianto nelle acque potabili

Studi recenti dell´Oms e della Commissione europea mostrano che non c´è un rischio incombente, sia in relazione alla via di assunzione (ingestione), sia in termini quantitativi. L´articolo in Ecoscienza.

(22/02/17) 

Tubazioni e amianto, la valutazione del rischio
In Ecoscienza 6/2016

È spesso difficile identificare le criticità associate a captazione, trattamento e distribuzione dell’acqua. Un esempio è l’identificazione e controllo di fibre di amianto. Sia in relazione alla via di potenziale assunzione (ingestione), sia in termini quantitativi, la situazione non deve essere percepita come un rischio incombente.

In seguito a una specifica richiesta degli esperti italiani, è stata di recente condotta una rivalutazione del rischio associato all’amianto nell’ambito della cooperazione Organizzazione mondiale della sanità (Who) e Comissione europea (CE) sulla revisione dei parametri oggetto di controllo secondo l’allegato 1 della direttiva 98/83/CE.
Le conclusioni, presentate in via preliminare nell’ambito del gruppo degli esperti CE nel settembre 2016, non indicano necessità di stabilire valori di parametro e controlli specifici in considerazione del livello di rischio associato a eventuale presenza di amianto nelle acque potabili.

Resta importante il potenziale rischio occupazionale per inalazione relativo a interventi tecnici su tubazioni in cemento amianto, così come la necessità di controllo di assenza di amianto nei materiali in contatto con le acque potabili impiegati in nuovi impianti o per riparazione di sistemi esistenti (divieto peraltro già da tempo vigente in Italia).

L´approfondimento, a cura dell´Istituto superiore di sanità e pubblicato in Ecoscienza 6/2016, illustra:

- la normativa di riferimento
- le proprietà e le applicazioni dell´amianto (o asbesto)
- l´esposizione alle fibre e il profilo tossicologico
- lo scenario in Italia

Scarica l´articolo (pdf)


Vai a Ecoscienza 6/2016, al centro il tema "Risorse idriche e uso potabile"



Versione stampabileVersione stampabile