Temi ambientali
Arpae in regione
Arpae Emilia-Romagna
Ti trovi in : Arpae /

Biochar Day a Ravenna il 6 dicembre

"Biochar in agricoltura: una risorsa per conservare carbonio nel suolo", un seminario divulgativo in ambito Interreg Italia-Croazia GECO2

(26/11/19) 

Venerdì 6 dicembre 2019, dalle 9 alle 14, nella sala convegni ´Nullo Baldini´ di Ravenna, Via Faentina 106, si terrà il seminario ´Biochar in agricoltura: una risorsa per conservare carbonio nel suolo´, organizzato da Arpae e Legacoop Romagna nell´ambito del progetto Italia-Croazia GECO2.

Il biochar è il nome inglese di una speciale forma di carbonella ottenuta dalla trasformazione di biomasse organiche in un materiale ricchissimo di carbonio, dotato di grande stabilità nel tempo.

L´impiego di biochar da alcuni anni viene in effetti considerato tra le misure più efficaci di mitigazione al cambiamento climatico relativamente al settore agroforestale. La ricerca in questo campo ha inoltre evidenziato gli impatti positivi del biochar sulle produzioni agricole, con vantaggi ambientali che vanno anche oltre alla sottrazione di carbonio all´atmosfera.

La giornata formativa si propone di approfondire gli aspetti della produzione di biochar da residui agricoli e i suoi utilizzi da un punto di vista agronomico e ambientale, attraverso i più recenti sviluppi della ricerca e dell´innovazione.

Tra i relatori saranno presenti esponenti dell´associazione italiana iChar, degli enti di ricerca (Università di Bologna, Bolzano, Modena e Reggio Emilia, Crea di Bologna, Cnr-Ibe e Crpv) e del mondo produttivo (aziende RES coop. e ET srl).

Il progetto GECO2, coordinato da Arpae, vede la partecipazione di otto partner tra Italia e Croazia ed ha lo scopo preminente di costituire mercati volontari del carbonio nelle filiere agroalimentari anche utilizzando tecniche di gestione conservative del carbonio nei suoli coltivati, e sfruttando l´impiego del biochar prodotto in loco o in altri contesti agroforestali.

 

Qui il programma del seminario.

 

Presentazioni (in formato .pdf) della giornata formativa

Pirodiserbo e biochar: un connubio possibile? - Davide Bersani, RES Società Cooperativa

Biochar dalla gassificazione di sottoprodotti agricoli: un caso studio nella filiera vitivinicola - Simone Pedrazzi, Dipartimento di Ingegneria Enzo Ferrari Università di Modena e Reggio Emilia

Applicazione di biochar su canna comune (Arundo donax L.) nella bassa pianura Padana - Enrico Ceotto, CREA Centro di Ricerca Agricoltura e Ambiente

ENOCHAR: conservazione del carbonio in viticoltura - Nicolas Greggio e Diego Marazza, EMRG Lab.Università di Bologna

L´Associazione Italiana Biochar e la normativa italiana sul biochar - Alessandro Pozzi, ICHAR

Dieci anni di applicazione del biochar in un vigneto - Francesco Primo Vaccari, IBE-CNR

Il biochar da cippato di conifera come ammendante dei suoli agricoli dell’Alto Adige: impatto sulle emissioni di gas climalteranti e sugli stock di carbonio - Maurizio Ventura, Facoltà di Scienze e Tecnologie Libera Università di Bolzano

Prime indicazioni sull’utilizzo di biochar in contesti viticoli diversi dell’Emilia Romagna - Giovanni Nigro e Paola Tessarin, CRPV

 

 

 



Versione stampabileVersione stampabile