Temi ambientali
Arpae in regione
Arpae Emilia-Romagna
Ti trovi in : Arpae /

L’agricoltura guarda avanti: online Ecoscienza 5/2018

Il rapporto speciale Ipcc sul riscaldamento globale e il monitoraggio dei fitofarmaci tra gli altri argomenti trattati nel nuovo numero della rivista di Arpae.

(03/12/18) 

E´ online il nuovo numero della rivista di Arpae. Pratiche, progetti e azioni per una maggiore sostenibilità in agricoltura, il rapporto speciale Ipcc sul riscaldamento globale e il monitoraggio dei fitofarmaci i principali argomenti trattati. 


L’AGRICOLTURA GUARDA AVANTI
Progetti e azioni per una maggiore sostenibilità

Come si muove il mondo agricolo verso la sostenibilità? In questo numero di Ecoscienza una panoramica dei progetti e delle azioni più innovative in corso di sperimentazione anche in Emilia-Romagna. Negli ultimi anni è cresciuta la consapevolezza della necessità di rendere l’agricoltura più sostenibile, dopo un lungo periodo di attività agricole con un impatto significativo in termini di inquinamento ambientale e di effetti negativi sulla salute. La ricerca e l’innovazione si affiancano alla rivalutazione di tecniche agronomiche che si pensavano superate. Una particolare attenzione viene posta alla salvaguardia degli insetti impollinatori, in particolare le api, per la loro fondamentale funzione ecologica. In Emilia-Romagna aumentano la superficie agricola e il numero di operatori che applicano i disciplinari della produzione integrata e di quella biologica. Migliorano inoltre il risparmio idrico, la riduzione delle emissioni clima-alteranti, la fertilità dei suoli, la tutela della biodiversità agricola, la riduzione degli antibiotici negli allevamenti. Nel servizio anche alcune esperienze condotte nell’ambito dei Gruppi operativi del partenariato europeo per l’innovazione (Goi).

IL MONITORAGGIO DI FITOFARMACI ED ERBICIDI
Migliorare il controllo con un approccio integrato

I rapporti nazionali, come il Rapporto nazionale pesticidi nelle acque dati 2015-2016, pubblicato da Ispra (Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale), offrono un rilevante numero di dati, provenienti dai monitoraggi e dalle analisi effettuati dal sistema delle Agenzie ambientali e rappresentano un contributo considerevole alla conoscenza del problema delle sostanze attive nelle acque. Partendo dalle conclusioni del rapporto – dal quale emerge che nel solo 2016 le indagini hanno coinvolto in Italia 4.683 punti di campionamento, distribuiti tuttavia in modo non uniforme sul territorio – in queste pagine sono proposti diversi spunti di riflessione, dal ruolo dei diversi istituti pubblici delegati al controllo all’approfondimento delle conoscenze sulle reali modalità di degradazione delle molecole nelle diverse matrici. L’esperienza dell’Emilia-Romagna – da decenni impegnata a tutto campo nella diffusione di pratiche agricole più sostenibili e nell’approfondimento delle conoscenze e delle competenze in materia di analisi e monitoraggio dei fitofarmaci – è di riferimento a livello nazionale. Approvate le nuove Linee guida Snpa per migliorare progettazione ed esecuzione del monitoraggio.

In questo numero parliamo anche di riscaldamento globale – in riferimento al recente rapporto speciale Ipcc che evidenzia l’importanza di contenere l’aumento della temperatura globale a +1,5C –,  dell’appello al cambiamento del Club di Roma, della campagna di educazione all´economia circolare “Le tue scarpe al centro”,  dell’analisi della citrinina in integratori alimentari

Altre novità nelle rubriche Legislazione newsOsservatorio ecoreati, Libri, Eventi 

Vai a Ecoscienza 5/2018, versione sfogliabile

Scarica Ecoscienza 5/2018 (pdf)

Vai a Ecoscienza hp

 

/DR



Versione stampabileVersione stampabile