Temi ambientali
Arpae in regione
Arpae Emilia-Romagna
Ti trovi in : Arpae / Attivitą / AIA-IPPC /

Tariffario Autorizzazione integrata ambientale (AIA)

Le tariffe per le istruttorie e i controlli delle installazioni sottoposte ad AIA sono poste a carico del gestore, ai sensi dell’art. 33, comma 3bis del D.Lgs 152/2006,  e sono stabilite con apposito Decreto del Ministero  dell’Ambiente in relazione alla complessità delle attività svolte dall’Autorità competente e dall’ente responsabile degli accertamenti, sulla base delle categorie di attività condotte nell’installazione, del numero e della tipologia delle emissioni e delle componenti ambientali interessate, nonché della eventuale presenza di sistemi di gestione ambientale registrati o certificati.Il “Decreto tariffe” DM  58 del 2017 prevede l’adeguamento regionale delle tariffe. Sino alla emanazione di tale provvedimento, continuano ad applicarsi le tariffe già vigenti nella regione o provincia autonoma, che in Regione Emilia-Romagna fanno riferimento alle seguenti delibere:  n.1913 del 17 novembre 2008n.155 del 16 febbraio 2009 e n.812 del 8 giugno 2009 di integrazione della precedente.  

Vai al tariffario nazionale AIA 

 

Corresponsione tariffa istruttoria
Per le autorizzazioni AIA il pagamento da parte delle imprese avviene in via anticipata e in autoliquidazione.Il versamento va effettuato al seguente IBAN: IT 26 L 02008 02435 000100551456 indicando nella causale i seguenti dati:Autorizzazione AIA - SAC di (in caso di richiesta autorizzazione)Provincia di pertinenzaRagione sociale, P.IVA, indirizzo, ubicazione impianto E possibile pagare anche on-line tramite il sistema PagoPA.Corresponsione tariffa ispettiva
Per le ispezioni programmate il gestore paga la tariffa in via anticipata e in autoliquidazione entro il 30 gennaio dell’anno solare in cui verrà effettuata l’ispezione programmata secondo la comunicazione di Arpae.

Il versamento va effettuato dal 1 luglio 2020 tramite piattaforma Payer - PagoPa, utilizzando i seguenti dati: 

  • Autorizzazione AIA - SAC di (in caso di richiesta autorizzazione);
  • Provincia di pertinenza;
  • Ragione sociale, P.IVA, indirizzo, ubicazione impianto.

 

Corresponsione tariffa ispettiva 

Per le ispezioni programmate il gestore paga la tariffa in via anticipata e in autoliquidazione entro il 30 gennaio dell’anno solare in cui verrà effettuata l’ispezione programmata secondo la comunicazione di Arpae. 

Il versamento va effettuato dal 1 luglio 2020 tramite piattaforma Payer - PagoPa, indicando nella causale i seguenti dati: 

  • numero di autorizzazione AIA rilasciata
  • sede impianto
  • Ragione sociale, P.IVA, indirizzo, ubicazione impianto.