Temi ambientali
Arpae in regione
Arpae Emilia-Romagna
Ti trovi in : Arpae / Bologna /

Qualità dell’acqua dei canali e torrenti bolognesi


L’architettura dei canali e torrenti presenti nel tratto urbano e non della città di Bologna comprende tra i principali: il torrente Aposa, il canale di Reno, il canale delle Moline, il canale Cavaticcio e il canale Navile e può essere sinteticamente illustrata in questo modo:


CANALE NAVILE

Il canale Navile nasce al Sostegno della Bova (via Bovi campeggi) dalla confluenza dei canali delle Moline e Cavaticcio.


CANALE DI RENO, CANALE DELLE MOLINE E CANALE CAVATICCIO 

Dalla Chiusa di Casalecchio, il canale di Reno si divide in via Marconi in canale Cavaticcio e canale di Reno.Il canale Cavaticcio scorre verso Nord-Ovest alla confluenza con il canale delle Moline passando per il Parco del Cavaticcio (Salara) fino a via Bovi Campeggi.Il canale di Reno si dirige ad Est da via Marconi verso via Augusto Righi, curvando verso Nord tra via Alessandrini e via Capo di Lucca prende il nome di canale delle Moline e prosegue tra via del Pallone e via Capo di Lucca.


TORRENTE APOSA E CANALE DELLE MOLINE

Il Torrente Aposa, dopo aver attraversato il centro città, da Sud a Nord, da via Rubbiani a via Irnerio, confluisce nel canale delle Moline all’altezza dell’attuale Autostazione in Mura di Porta Galliera (Zona Irnerio), la confluenza avviene dopo che il torrente Aposa ha ricevuto le acque della canaletta denominata Fiaccacollo e dal canale di Reno si è diramata verso Nord-Ovest la Reno 75.Dopo la confluenza il canale delle Moline prosegue verso Ovest e genera assieme al Cavaticcio il canale Navile in via Bovi Campeggi.

L’Area prevenzione ambientale metropolitana di Bologna (APA) dell’Agenzia regionale per la prevenzione, l´ambiente e l´energia dell’Emilia-Romagna Arpae è impegnata da anni nel monitoraggio dei canali e torrenti che attraversano la città di Bologna. Negli ultimi anni, in risposta alle tante richieste di informazioni pervenute sia da enti istituzionali che da privati cittadini, sono state progettate ed eseguite diverse campagne di monitoraggio specifiche.

Nel 2014 è stata condotta una campagna di monitoraggio che ha interessato la parte urbana dei torrenti e canali, avvenuta successivamente ad un triennio 2011-13 durante il quale è stato monitorato il canale Navile in uscita dalla città di Bologna fino al comune di Malalbergo. 

Nel 2018 Arpae nell’ambito della sperimentazione sul riutilizzo delle acque del depuratore cittadino ha partecipato al monitoraggio atto alla definizione degli effetti della sperimentazione.

 

Relazione monitoraggio canaleNavile anni 2011-2013


Report sulla qualità delle acque dei canali di Bologna 2014


Report sulla qualità delle acque dei canali di Bologna (aggiornamento 2018)


NOTIZIE E AGGIORNAMENTI