Temi ambientali
Arpae in regione
Arpae Emilia-Romagna
Ti trovi in : Arpae / Acqua / Acqua in breve / Rete di monitoraggio /

Rete regionale di monitoraggio delle acque marine idonee alla balneazione

 

Il controllo delle acque di balneazione, disciplinato dal DPR 470/82, è basato sul prelievo periodico di campioni di acqua, in stazioni di campionamento predefinite, nei quali vengono effettuate analisi chimiche, fisiche e microbiologiche per la determinazione dei parametri stabiliti.

Gli obiettivi principali della rete di monitoraggio sono:
- tutelare la salute degli utenti;
- mettere in evidenza le zone in cui si verifichino situazioni anomale di contaminazione;
- contribuire allo sviluppo delle conoscenze sull´ambiente marino costiero;
- mettere in evidenza le zone a maggiore carico antropico e valutare la necessità di interventi di mitigazione delle fonti di inquinamento.

La rete di monitoraggio è costituita da 91 stazioni posizionate lungo la costa nel tratto compreso tra Lido di Volano (FE) e Cattolica (RN) per un totale di 120 opportunamente distribuite in rapporto alla densità balneare e alla presenza di potenziali sorgenti di contaminazioni (foci fluviali, porti, ecc.).

La Sezione provinciale Arpa di Rimini coordina l´attiva relativa alla Balneazione, alla quale partecipano anche le Sezioni di Ferrara, Ravenna e Forlì-Cesena, che consiste nei controlli delle acque di balneazione dal 1 aprile al 30 settembre di ogni anno. I campioni vengono raccolti ogni 15 giorni per un totale di 12 campioni routinari ogni anno.

 

Numero di stazioni della rete di monitoraggio delle acque marine idonee alla balneazione

Provincia

Comune

N. stazioni

Ferrara

Comacchio

13

Ravenna

Cervia

7

Ravenna

22

Forlì-Cesena

Cesenatico

8

Gatteo

1

S. Mauro Pascoli

1

Savignano sul Rubicone

1

Rimini

Bellaria Igea Marina

4

Cattolica

5

Misano Adriatico

3

Riccione

8

Rimini

18

Emilia-Romagna

 

91

Fonte: Arpa Emilia-Romagna

 

Visualizza l´immagine ingrandita (pdf 212kb)

acque di balneazione