Temi ambientali
Arpae in regione
Arpa Emilia-Romagna
Ti trovi in : Arpae / Cerca / Eventi /

SimInAria: Open Data in Arpae: modalità di gestione e utilizzo

giovedì 27 aprile 2017 ore 14:30, Bologna - Viale Silvani 6, piano terra , sala 5

Open Data in Arpae: modalità di gestione e utilizzo

 

Nel numero di Ecoscienza 2/2015 è stato presentato un “Progetto per gli open data ambientali dell’Emilia-Romagna”. A due anni dalla pubblicazione si intendono presentare alcune modalità di gestione operativa.

Gli open data richiedono tempestività e capacità di gestire il feedback dei portatori di interesse, ma finora questi aspetti sono stati considerati marginali rispetto ai processi di validazione e certificazione. A questo si aggiunge il fatto che i dati sono spesso ricavati da processi amministrativi con diversi responsabili di procedimento che non assumono automaticamente il ruolo di referenti, scollegati perciò dal processo di manutenzione dei dati stessi.

Per valorizzare tutte le informazioni relative ai dati pubblicati è necessario riorganizzare il ciclo di vita del dato in funzione della sua pubblicazione e condivisione, considerando in primis tutte le implicazioni che derivano dal ripensamento del processo di validazione, non più unicamente a carico del tecnico responsabile. Ultimo, ma non meno importante, è l’inclusione di un canale di interazione con i fruitori dei dati i quali, attraverso il proprio feedback, possono fornire un indicatore sulle direzione da prendere per una diffusione dei dati maggiormente efficace. Un passo fondamentale in questa direzione è la costruzione di cataloghi che forniscano le informazioni fondamentali che permettano all’utente di capire di che dati dispone e quindi di poterli utilizzare in maniera ottimale.

 

Edoardo Dalla Mutta

 

Laurea triennale di Comunicazione a Padova, magistrale di Comunicazione pubblica e sociale a Bologna. Tesi sul ruolo del terzo settore nell´implementazione delle politiche pubbliche ambientali. Sta concludendo il tirocinio post-laurea in Arpae sugli open data, concentrandosi in particolar modo sul processo di apertura dei dati energetici del CTR EVAC, che supportano i comuni che aderiscono al Patto dei Sindaci nella stesura della reportistica necessaria per monitorare il loro progressi nella transizione energetica verso le fonti rinnovabili.

Durante il suo tirocinio presso il SIMC e il CTR-EVAC, ha approfondito il tema della metadatazione e della catalogazione degli Open Data, in riferimento al processo di costruzione di uno standard comune che sta attuando l’UE per facilitare l’aggregazione dei dati prodotti dalle PP.AA.. Mentre nel 2015 è stato reso disponibile il nuovo protocollo europeo di catalogazione dei dati: DCAT-AP, a livello nazionale il protocollo è stato recepito sviluppandone uno italiano (DCAT-AP_IT), comunque conforme allo standard europeo e implementato nel recente portale italiano.

È quindi necessario che le PP.AA. periferiche si adeguino per adottare i più recenti standard di metadatazione, cogliendo l’occasione per migliorare la “cultura del dato”.

In particolare Arpae si è adeguata aggiungendo nel proprio portale Open Data i campi di metadatazione richiesti da DCAT-AP_IT. Inoltre sta producendo in formato aperto una prima bozza di “manuale d´uso", reso disponibile come vademecum anche sul sito di AgID, con l’intento di fornire un riferimento comune a chi si fa carico della pubblicazione dei dati sulla corretta modalità di compilazione dei relativi metadati.


Email
siminaria@arpa.emr.it

Nodi organizzatori: Servizio Idro-Meteo-Clima


Tipologia: > Siminaria


Interesse: Nazionale