Temi ambientali
Arpae in regione
Arpae Emilia-Romagna
Ti trovi in :

Carpi (Mo)

Limitazioni alla circolazione dall´ 11 gennaio 2021 al 30 aprile 2021 nel comune di Carpi (MO)

SINTESI DELL´ORDINANZA 

MISURE STRUTTURALI

Limiti alla circolazione veicolare

Nelle giornate non festive di lunedì, martedì, mercoledì, giovedì e venerdì, nella fascia oraria 8,30 -10,30, nell’area individuata in Allegato 1, delimitata dalle seguenti strade: Tang. B.Losi, S.P. 413, Tang. 12 Luglio 1944, via Griduzza, via Cavata, via Secchia, Cavalcavia Lama di Quartirolo, via Lama di Quartirolo int., via Cattani, è disposto il divieto di circolazione dei seguenti veicoli:

1.1 Dal 11/01/2021 al 30/04/2021

a) veicoli alimentati a benzina PRE EURO, EURO 1 e EURO 2;

b) veicoli diesel PRE EURO, EURO 1, EURO 2, EURO 3

c) veicoli alimentati a metano/benzina o a GPL/benzina PRE EURO e EURO 1

d) ciclomotori e motocicli PRE EURO e EURO 1.

 

Dal 01/10/2020 al 30/04/2021, in tutto il territorio comunale, fatti salvi i divieti già previsti dal Codice della Strada e le relative sanzioni, nelle strade o aree pubbliche, private, nonché private ad uso pubblico, è vietato mantenere acceso il motore dei veicoli durante l’arresto, la sosta e la fermata dei medesimi.

 

DOMENICHE ECOLOGICHE

Nelle giornate di domenicanella fascia oraria 8:30 – 18:30 

- 17, 24, 31 Gennaio 2021

- 7, 14, 21 e 28 Febbraio 2021

- 7, 1421 e 28 Marzo 2021

- 11, 18, 25 Aprile 2021

nell’area in Allegato 1 è disposto il divieto di circolazione dei seguenti veicoli:

a) veicoli alimentati a benzina PRE EUROEURO 1 e EURO 2

b) veicoli diesel PRE EURO, EURO 1, EURO 2, EURO 3 e EURO 4

c) veicoli alimentati a metano/benzina o a GPL/benzina PRE EURO e EURO 1

c) ciclomotori e motocicli PRE EURO e EURO 1

 

RISCALDAMENTO DOMESTICO

Dal 01/10/2020 al 30/04/2021, in tutto il territorio comunale, in tutte le unità immobiliari comunque classificate (da E1 a E8), dotate di sistema di riscaldamento multi combustibile (compresa energia elettrica), è vietato utilizzare biomasse combustibili solide (legna, pellet, cippato, altro):

- nei generatori di calore di cui all’art. 1 comma 3 Decreto del Ministero dell’Ambiente 7 novembre 2017 n. 186 Regolamento recante la disciplina dei requisiti, delle procedure e delle competenze per il rilascio di una certificazione dei generatori di calore alimentati a biomasse combustibili solide, dotati di classe di qualità inferiore alle 3 stelle, così come specificata nell’Allegato 1, punto 1, Tabella 1 al DM sopra citato;

- nei focolari aperti o che possono funzionare aperti.

Nei generatori di calore funzionanti a pellet per i quali non vige il divieto di cui sopra (cioè certificati almeno 3 stelle), è fatto comunque obbligo di utilizzare pellet che sia stato certificato, da un Organismo di certificazione accreditato, conforme alla Classe A1 della norma UNI EN ISO 17855-2 2014.

Dall´01/01/2020, in attesa di adeguare in via definitiva le disposizioni contenute nei regolamenti locali, in tutto il territorio comunale e in tutte le unità immobiliari comunque classificate (da E1 a E8), è vietato installare generatori di calore funzionanti a biomasse combustibili solide (rif. DM 186/17 - art. 1 comma 3), dotati di classe di qualità inferiore alle 4 stelle (rif. DM 186/17 - Allegato 1, punto 1, Tabella 1).

Dal 18/1/2021 al 30/4/2021, in tutto il territorio comunale, ai sensi dell´art. 182, comma 6 bis, del decreto legislativo 3 aprile 2006 n. 152, è vietato l´abbruciamento dei residui vegetali, fatte salve deroghe a seguito di prescrizioni emesse dall´Autorità fitosanitaria.


MISURE EMERGENZIALI

Entreranno in vigore e cesseranno automaticamente, senza necessità di adottare ulteriori provvedimenti, a seguito delle valutazioni sulla qualità dell’aria effettuate da Arpae, come comunicate con bollettini emessi e pubblicati nelle giornate stabilite a livello regionale (bollettini Liberiamolaria); nell´ area indicata in Allegato 1.

Dal 11/01/2021 al 30/04/2021, il divieto di circolazione dalle ore 8:30 alle ore 18:30 dei veicoli di cui al punto 1.1, lettere a), b) e c) è esteso anche ai veicoli diesel EURO 4 e si applica anche nelle giornate del sabato, domenica e festivi. 

Nell’area indicata in Allegato 1, è disposto il potenziamento dei controlli sui veicoli circolanti in base alle limitazione della circolazione in vigore.

In tutto il territorio comunale è vietato utilizzare biomasse combustibili solide (legna, pellet, cippato, altro) per il riscaldamento.
Il divieto si applica a tutte le unità immobiliari comunque classificate (da E1 a E8), dotate di sistema multi combustibile (compresa energia elettrica) e indipendentemente dalla classe di qualità di cui è dotato il generatore di calore funzionante a biomasse combustibili solide.

In tutto il territorio comunale è vietato superare, negli ambienti di vita riscaldati, i seguenti valori massimi di temperatura:

  • 19°C (+ 2°C di tolleranza) negli edifici adibiti a residenza e assimilabili (E1), a uffici e assimilabili (E2), ad attività ricreative e di culto ed assimilabili (E4), ad attività commerciali ed assimilabili (E5); 
  • 17°C (+ 2°C di tolleranza) nei luoghi che ospitano attività industriali ed artigianali e assimilabili (E8).

In tutto il territorio comunale, come previsto dall’art. 182 c. 6-bis del D.Lgs 152/2006, è vietato eseguire operazioni di bruciatura all’aperto dei materiali vegetali di origine agricola di cui all’art. 185 c. 1, lett. f) del medesimo decreto; è inoltre vietata la combustione all’aperto di ogni altra tipologia (es. falò, barbecue, ecc.).

In tutto il territorio comunale è disposto il divieto di spandimento dei liquami zootecnici, anche in presenza di eventuali deroghe regionali. Sono escluse dal presente divieto le tecniche di spandimento con interramento immediato dei liquami e con iniezione diretta al suolo. 

Per dare attuazione alle misure emergenziali prescritte è disposto quanto segue:

- qualora nei giorni di controllo definiti dalla Regione Emilia-Romagna (lunedì, mercoledì e venerdì a far data dall´11/01/2021), il bollettino emesso da Arpae indichi, con un bollino rosso, che nell´ambito territoriale della Provincia di Modena devono essere attivate le misure emergenziali, nell´area indicata in Allegato 1 entrano automaticamente in vigore, senza necessità di adottare specifici provvedimenti e fino ad avvenuto rientro nei limiti del valore di PM10.

 

Per deroghe ed esclusioni dal divieto di circolazione si rimanda all’ordinanza completa.

 

Bollettino Misure emergenziali | Infografica misure emergenziali

Informazioni: tel. 059/649213-214 - quicitta@carpidiem.it - ambiente@carpidiem.it - Sito web del Comune; apertura URP: lunedì, venerdì, sabato 9,30-12,30; martedì e giovedì 9,30-12,30 - 16,00-19,00; mercoledì chiuso.